La Domenica del Corriere

La Domenica del Corriere è stato un settimanale italiano che è stato molto popolare in Italia negli anni passati. Fu fondato nel 1899 a Milano e venne pubblicato, come allegato del Corriere della Sera fino al 1989.
Apparve la prima volta nelle edicole l’8 gennaio 1899 su volere di Luigi Albertini, distribuito gratuitamente a chi era giù abbonato del Corriere o venduto in edicola a 10 centesimi.
Tra i grandi disegnatori de La Domenica del Corriere si annovera Achille Beltrame, inizialmente sconosciuto, al quale veniva assegnato il compito di illustrare con una sua tavola l’avvenimento più importante accaduto durante la settimana. A Beltrame successe come disegnatore Walter Molino.
A garantire maggiore successo a La Domenica del Corriere contribuì notevolmente l’intuizione di dare ampio spazio alle fotografie e ai disegni piuttosto che al testo. Tra gli anni venti e trenta, La Domenica del Corriere divenne il settimanale più venduto in Italia, raggiunse una tiratura di 600.000 copie.
Dopo una crisi dovuta sia all’arrivo della televisione che alla nascita di nuovi periodici l’editore RCS MediaGroup La Domenica del Corriere chiuse i battenti e si trasformò in un nuovo settimanale di cronaca nera e rosa chiamato Visto.
Tra i direttori della testa si annoverano Maurizio Costanzo, Paolo Mosca, Antonio Terzi, Pierluigi Magnaschi e Marcello Minerbi che fu anche il primo direttore di Visto.
Oggi le copie del settimanale sono diventate molto ricercati dai collezionisti che ne fanno incetta nei mercatini dell’antiquariato e su Internet.